Skip to main content

NEWS

Team Insight: Barwell Motorsport

10 Maggio 2023

Orgoglio UK e nel mondo

Barwell Motorsport da diverse stagioni è impegnato come customer team di Lamborghini Squadra Corse, portando in alto nel GT a livello globale il marchio della Casa di Sant'Agata Bolognese.

La squadra inglese nasce negli anni '60 e prende il nome dalla Barwell Automotive, una piccola azienda di elaborazione con sede nel Surrey. Azienda che produceva componenti per i motori da corsa BMC e che fu successivamente rilevata da Richard Lemmer, padre dell'attuale Team Principal Mark.

Inizialmente il team era impegnato nei campionati che vedevano coinvolto lo stesso Mark, diverso tempo prima di entrare nel mondo Lamborghini. Un passo che avvenne per una serie di circostanze, ma che ha reso la squadra una realtà di successo nel motorsport nazionale ed internazionale.

"Eravamo presenti nelle competizioni GT da abbastanza tempo per capire bene che essere allineati con un marchio iconico era fondamentale - ha spiegato Lemmer - Lamborghini è appunto uno dei brand di maggiore successo nel mondo e stava proprio per fare il proprio ingresso nel customer racing. Da parte nostra avevamo appena portato a termine la partnership con un altro marchio. C'erano quindi tutti i presupposti per iniziare una reciproca collaborazione".

"Come squadra ci siamo posti un obiettivo molto chiaro, che era quello di vincere il British GT e puntare al titolo Pro-Am in un contesto europeo. Per Lamborghini il Regno Unito rappresenta uno dei maggiori mercati, per cui aveva perfettamente senso supportarci".

Sono trascorsi otto anni da quando il team Barwell Motorsport e Lamborghini Squadra Corse hanno unito le proprie forze, ottenendo in questo arco di tempo diversi successi, sia in ambito UK che nel GT World Challenge.

Il successo raramente si ottiene da soli. Per questo è importante raggiungere delle partnership. Lemmer e Chris Needell, direttore commerciale della Barwell Motorsport, sottolineano che quando è iniziata la collaborazione con Lamborghini Squadra Corse, Barwell ha portato il valore aggiunto di avere già un'esperienza importante nell'ambito delle competizioni GT3.

"Noi avevamo abbastanza esperienza nella GT3 e Lamborghini era relativamente nuova per questo mondo - ha commentato Lemmer - Ma abbiamo lavorato passo dopo passo insieme, specialmente concentrandoci sul Balance of Performance e l'aspetto dell'affidabilità. In questo percorso ha giocato sicuramente una parte importante il fatto di essere entrati bene in sintonia con gli ingegneri di Lamborghini, con Leonardo Galante e Maurizio Reggiani".

"C'è stato fin dall'inizio un grande rispetto e penso che sia questo che renda i rapporti più longevi, perché sai che puoi discutere apertamente con il tuo interlocutore. Un fattore che non è sempre scontato nel motorsport".

"Ovviamente Squadra Corse, nonostante fosse supportata da Lamborghini, rappresentava un'entità a parte e abbiamo molto apprezzato il rapporto personale e diretto che si è instaurato con tutti loro", aggiunge Needell.

Si può affermare che c'è molta somiglianza sotto questo aspetto tra le due realtà, con la Barwell Motorsport che è presente in due campionati con uno staff relativamente di poche persone. Ciò non significa che le cose non funzionino, anzi è proprio l'opposto. Fare di più con meno è sempre stata la filosofia di Barwell ed ha sempre premiato negli anni in cui ha lavorato con Lamborghini.

"Siamo un team piuttosto piccolo in termini di numeri e ciò significa che dobbiamo essere anche molto efficienti e credere in ciò che facciamo - sostiene Needell - Le nostre entrate provengono dagli sponsor e dai piloti gentleman, essendo un team Pro-Am".

"Lo spirito di squadra è il nostro valore più grande, indipendentemente dai risultati ottenuti - prosegue Lemmer - Per noi è importante quanto l'aspetto tecnico delle nostre vetture. La maggior parte del nostro budget viene investita per vincere le gare e i campionati e per avere delle vetture competitive. Nelle gare non abbiamo una hospitality sontuosa, semplicemente perché non ne abbiamo bisogno. Preferiamo concentrarci sui test e puntare ad ottenere dei risultati”.

La performance quest'anno è la chiave per il successo nelle gare in UK ed Europa, con un livello di competitività forse tra i più elevati di sempre. Un record di 55 vetture nel GT World Challenge Europe Endurance Cup ed un ulteriore primato di 72 equipaggi attesi in occasione della 24 Ore di Spa, oltre ad un'importante presenza internazionale nel British GT, conferiscono maggiore valore alla vittoria.

"Prima del round d'apertura del British GT a Oulton Park, abbiamo completato diversi test con la nuova Huracán GT3 EVO2, entrando bene in confidenza con questa vettura - ha spiegato Needell - Dobbiamo ancora lavorare un poco sulla messa a punto per ottimizzare il tutto, ma sappiamo che possiamo lottare per vincere nel British GT e fare bene in Europa. E questo già ci appagherebbe. Sappiamo che quest'anno sarà molto competitivo".

Barwell Motorsport ha certamente una tradizione alle spalle per potere puntare al top, avendo conquistato due volte consecutivamente il titolo del British GT (con Sandy Mitchell e Rob Collard nel 2020 e Dennis Lind e Leo Machitski nel 2021) ed essersi imposto diverse volte nella classifica riservata ai Team.

La squadra inglese detiene inoltre un primato: aver conquistato la prima vittoria assoluta della Lamborghini in una 24 ore, centrando il successo nel 2019 a Barcellona, nel campionato Creventic.

Proseguendo, il team Barwell Motorsport ha anche stabilito un ulteriore primato in occasione della prova d'apertura del Fanatec GT World Challenge Europe Endurance Cup che si è disputata a Monza lo scorso aprile, quando è andato a segno nella classe Pro-Am grazie a un sorpasso nelle fasi conclusive di Dennis Lind, che ha consegnato la prima vittoria in assoluto alla nuova Huracán GT3 EVO2.

Questo successo è stato seguito da un'eccellente guida da parte di Shaun Balfe e Sandy Mitchell nel secondo round del campionato britannico - dopo una difficile gara d'apertura a Oulton - concludendo con un ottimo secondo posto nella 500 di Silverstone, un evento che il team ha vinto due volte nelle ultime tre stagioni.

Quale potrà essere il risultato di quest'anno ancora è presto per dirlo. Ma è sicuro che il carattere vincente condiviso da Barwell e Lamborghini rappresenta sempre una realtà.

NOTIZIE COLLEGATE

Team Insight: la Lince e il Toro

LEGGI DI PIÙ