Consumo di carburante e valori di emissione per Urus - Consumo di carburante combinato: 14 mpg

Urus: come è nato il design del primo Super SUV al mondo

Torna indietro

[[ formattedDate ]]

Urus ha la straordinaria abilità di unire le prestazioni di una supersportiva alla versatilità di un SUV. Il suo design ha rappresentato una sfida del tutto nuova per il Centro Stile Lamborghini, e gli sketch sono delle vere opere d’arte che denotano i principi ispiratori della vettura che affondano le proprie radici nel DNA della Casa del Toro.

“Expect the Unexpected” 

È la filosofia che ha guidato il lavoro di Mitja Borkert, Head of Design Centro Stile Lamborghini, e del suo team: creare un SUV dalle proporzioni mai viste prima in grado di  catturare sguardi in ogni tipo di contesto, su strada, pista, neve, sabbia o sterrato. 

Ispirata ad Aventador e LM002

Il primo Super SUV al mondo riprende il design futuristico dell’Aventador e lo fonde con le linee della LM002. Il risultato è una linea contemporaneamente sportiva e imponente che rivisita l’iconica Gandini Line, la forma distintiva delle supersportive Lamborghini.

Dettagli della Countach

Urus eredita della Countach il profilo basso e l’angolo acuto dei finestrini posteriori, nonché dettagli come le due linee diagonali sul cofano anteriore e del cupolino posteriore.

LM002, la madre di Urus

Dall’LM002, Urus riprende la grande presa d’aria frontale e i passaruota. Questi elementi si trasformano in maniera inaspettata, proiettando il settore degli Sport Utility Vehicles nel futuro. 

Non tutti sanno che la presa d’aria laterale a forma triangolo è un'altra citazione dell’LM, una firma stilistica che porta la bandiera tricolore dell’accattivante design di Sant’Agata Bolognese.