Consumo di carburante e valori di emissione per Urus - Consumo di carburante combinato: 14 mpg

Premiata la fabbrica del futuro di Lamborghini

Torna indietro

[[ formattedDate ]]

Lamborghini si è aggiudicata il primo posto ai prestigiosi SAP Quality Awards nella categoria Business Transformation, per essersi distinta nell'implementazione di principi di produzione e qualità grazie al rivoluzionario progetto MES (Manufacturing Execution System).

Con Urus, la Casa del Toro ha reso possibile ciò che sembrava impossibile: non ha solo creato il primo Super SUV, ma ha persino raddoppiato le dimensioni degli stabilimenti di produzione, passando da 80.000 a 160.000 mq – un ampliamento a tempo di record e a pieno regime produttivo. La nuova linea di montaggio, concepita secondo i principi dell'Industria 4.0 e dedicata interamente al Super SUV Urus, integra nuove tecnologie produttive a supporto degli operatori nelle attività di assemblaggio e manutenzione, tra cui appunto il MES.

Questo sistema di gestione della produzione integrato consente di organizzare la qualità del prodotto e del relativo processo fino alla sua manutenzione. Luca Pirrè e Nicola Pasquali, rispettivamente Manufacturing Engineering and Systems Planning e IT Process Management, spiegano come questo sistema risponda a tre diverse tipologie di esigenze: “La prima è la qualità di produzione, e cioè la capacità di rispondere alla necessità di digitalizzare il documento che contiene la storia della vettura, un diario macchina che raccolga tutte le operazioni svolte durante l’assemblaggio e che faciliti l’identificazione delle possibili non conformità. La seconda è il controllo e monitoraggio della produzione, cioè la tracciabilità dei processi produttivi e la reperibilità in tempo reale di informazioni per il corretto avanzamento della vettura, rendendo disponibile e consultabile lo stato di lavorazione da qualsiasi dispositivo connesso al MES. Non meno importante la gestione integrata del ciclo produttivo che controlli l’attivazione delle tecnologie nelle singole stazioni e fornisca la possibilità di destinare le vetture in un punto diverso del processo. Infine, l’ultimo vantaggio del MES è dato dalla possibilità di monitoraggio e manutenzione dei macchinari di produzione, ovvero l’osservazione costante in tempo reale dell’efficienza degli impianti e insieme la possibilità di allertare tempestivamente i manutentori in caso di malfunzionamento o manutenzioni programmate”.