Museo Lamborghini da record: un anno in otto mesi

Torna indietro

[[ formattedDate ]]

Al Museo Lamborghini di Sant’Agata Bolognese sono bastati otto mesi del 2017 per superare il numero totale di visitatori registrato nel 2016. Un successo raggiunto grazie al recente restyling dell’intero complesso espositivo , la presenza dell’importante collezione Lamborghini e la mostra sul grande Ayrton Senna, in programma fino al 9 ottobre.

Questo risultato dimostra quanto il Marchio del Toro sia in grado di attrarre appassionati e curiosi da tutto il mondo. Basti pensare che già nel 2016, dopo il completo rinnovamento del Museo, i visitatori erano aumentati del 30% rispetto al 2015.

Il Museo è diviso in due sezioni: la prima è dedicata ai modelli storici con Miura e Countach in testa, a quelli più recenti, insieme ad alcuni prototipi e concept, tra cui l’Urus, che anticipa le forme del prossimo Super SUV Lamborghini in arrivo nel 2018.

L’altra sezione è dedicata alle Mostre a tema che quest’anno propone la tormentata vita ed i successi di Ayrton Senna, documentati dalle foto di Ercole Colombo e dal film sulla storia del pilota che raccoglie, lungo l’intera giornata, decine e decine di spettatori con le emozioni dei momenti più belli e il pathos della tragedia finale. In più, per la prima volta al mondo, si possono vedere tutte insieme le monoposto guidate dal campione Brasiliano, dal Kart alle Formula Ford e 3 oltre a tutte le Formula 1. Tra queste anche la McLaren bianca candida che, con motore Lamborghini, Senna e Mika Häkkinen guidarono nel 1993 dimostrando quanto il motore di Sant’Agata fosse superiore a quello da loro usato. Ma non bastò per un accordo che avrebbe cambiato la storia.

Il Museo, che si trova all’interno dell’Azienda a Sant’Agata Bolognese, è aperto tutti i giorni dalle 9.30 alle 19.

 

Scopri il Museo Lamborghini >

opzioni
testo
contrasto
start/stop
Condividi sui social