Miura e Marzal premiate al Concorso d’Eleganza di Villa d’Este

Torna indietro

[[ formattedDate ]]

Miura e Marzal, le due iconiche Lamborghini che hanno partecipato al prestigioso Concorso d’Eleganza di Villa d’Este 2019, sono state premiate nelle rispettive classi di partecipazione “Baby You Can Drive My Car: Le Auto delle Star della Musica” e “Il Coraggio di Sognare: Concept che hanno rivoluzionato il Mondo dei Motori”.
Svoltosi all’insegna del motto “La Sinfonia dei Motori”, l’esclusivo evento, che ha incantato le eleganti sponde del Lago di Como, ha visto alcuni dei veicoli d’epoca più esclusivi al mondo sfidarsi in otto classi.

La Miura P400 S del 1971, una delle sole sei Miura originariamente verniciate in Azzurro Mexico, è appartenuta ad Antonio Ciacci, noto al grande pubblico con lo pseudonimo di Little Tony, uno dei cantanti italiani di maggior successo degli anni ’60.
Questa Miura è stata certificata dal Lamborghini Polo Storico e completamente restaurata da professionisti del marchio Lamborghini, che si sono avvalsi della consulenza del Polo Storico per poter svolgere il loro lavoro con completezza di informazioni, nel rispetto delle modalità di lavorazione in tutte le fasi di restauro e utilizzando ricambi originali.

La Marzal, anch’essa disegnata dal genio di Marcello Gandini, ha affascinato la giuria e gli ospiti con il suo aspetto avveniristico: le portiere in cristallo ad ali di gabbiano e l’abitacolo quasi del tutto trasparente con sedili rivestiti in pelle color argento sono avvolti da linee esterne strepitose. Dal punto di vista meccanico, questo capolavoro è l’unica Lamborghini a sei cilindri. Realizzato sulla base del V12 posteriore trasversale della Miura, il motore della Marzal è stato girato di 180 gradi rispetto a quello della sua antesignana, facendo sì che la prima marcia si trovi in basso, lontana dal volante.