Lamborghini PoloStorico: inaugurata la struttura per la certificazione e il restauro

Torna indietro

[[ formattedDate ]]

Inaugurato presso la sede di Automobili Lamborghini il centro dedicato alle Lamborghini classiche e alla cura del prestigioso patrimonio storico. Lo spazio di accoglienza e di verifica delle vetture destinate a restauro e certificazione, insieme alla grande officina per le lavorazioni, sono stati inaugurati alla presenza di tre straordinari esperti “ storici” di Lamborghini: gli ingegneri Dallara, padre delle celebre Miura, Forghieri che realizzò il motore V12 Formula 1 di Lamborghini alla fine degli anni ‘80 e Maurizio Reggiani, membro del Board per la Ricerca e Sviluppo dell’Azienda ed animatore, da anni, dell’innovazione tecnica delle vetture che nascono a Sant’Agata. “Per un’azienda rivolta al futuro come la nostra, è fondamentale avere un dipartimento che si occupi di preservare i modelli classici di Lamborghini che da oltre mezzo secolo si distinguono per originalità e innovazione”, ha dichiarato Stefano Domenicali, Chairman e CEO di Automobili Lamborghini. “L’investimento nel nuovo Lamborghini PoloStorico rispecchia l’importanza che hanno per noi i clienti delle nostre Lamborghini classiche che, da oggi potranno contare sull'autenticità e professionalità che solo Lamborghini può garantire”. Gli archivi dell’Azienda, la disponibilità di ricambi originali per le auto classiche e la competenza della manodopera selezionata sono la miglior conferma di queste parole. Il PoloStorico offre, oltre all’eventuale necessario restauro, uno speciale servizio di Certificazione di autenticità, che aumenta e preserva il valore delle auto da collezione. Il Comitato dei Saggi “in memoria di Paolo Stanzani”, tra i principali protagonisti della storia del marchio di Sant’Agata Bolognese, è responsabile dell’accuratezza delle fonti storiche ufficiali, della loro documentazione, del controllo dei dati di produzione, dei processi di fabbricazione e delle specifiche dei modelli storici.

 

opzioni
testo
contrasto
start/stop
Condividi sui social