Consumo di carburante e valori di emissione per Huracan Evo Spyder - Consumo di carburante combinato: 15 mpg

Huracán EVO Spyder: l’evoluzione del piacere di guida open-top

Torna indietro

[[ formattedDate ]]

Tutto è pronto per presentare la Huracán EVO Spyder al Salone dell'Auto di Ginevra 2019: un piacere di una guida "en plein air" per amplificare al massimo la driving experience. Entrata a far parte della famiglia Huracán EVO V10 poco dopo il modello Coupé, presentato all'inizio dell'anno, questa nuovissima supersportiva è sinonimo di prestazioni e design mozzafiato.

La Huracán EVO Spyder adotta lo stesso controllo della dinamica della vettura e l'aerodinamica di ultimissima generazione sviluppati per il modello Coupé: grazie al suo motore Lamborghini V10 da 5,2 litri ad aspirazione naturale e con una potenza di 640 CV (470 kW), questo capolavoro è in grado di passare da 0 a 100 km/h in appena 3,1 secondi e da 0 a 200 km/h in 9,3 secondi. Lo spazio di frenata da 100 km/h all'arresto totale è di soli 32,2 m, mentre la velocità massima arriva a 325 km/h.

Le emozioni che solo una guida "en plein air" è in grado di trasmettere, si uniscono alla prodezza delle tecnologie evolutive della Huracán EVO. Ruote posteriori sterzanti e ripartizione della coppia su tutte e quattro le ruote sono controllate centralmente dal sistema Lamborghini Dinamica Veicolo Integrata (LDVI): questa unità di elaborazione centrale integra e controlla ogni aspetto dell'assetto e del comportamento dinamico dell'auto per anticipare azioni ed esigenze del conducente, traducendole in una logica "feed-forward" e in una dinamica di guida perfetta.

La Lamborghini Piattaforma Inerziale (LPI) versione 2.0, lanciata sulla EVO Coupé, è dotata di una serie completa di sensori di accelerazione e giroscopici posizionati in corrispondenza del baricentro della vettura, che monitora in tempo reale l'assetto dinamico della vettura rispetto alle accelerazioni laterali, longitudinali, verticali, al rollio, al beccheggio e all’imbardata. Le sospensioni magnetoreologiche, anch'esse aggiornate alla versione 2.0, adattano istantaneamente l’ammortizzazione in funzione degli input ricevuti dalla LPI. Grazie al nuovo sistema di controllo avanzato della trazione – combinato con la trazione integrale e una ripartizione della coppia ottimizzate – la trazione può essere indirizzata su una sola ruota a seconda delle esigenze. Il Lamborghini Dynamic Steering (LDS), ulteriormente migliorato, garantisce una maggiore reattività nelle curve anche con angoli di sterzata minimi. Il sistema LDS è stato abbinato alle ruote posteriori sterzanti per assicurare agilità a bassa velocità e massima stabilità nelle curve ad alta velocità e in caso di brusche frenate.

Al volante di una Huracán EVO Spyder si può scegliere tra una guida raffinata e confortevole o esaltante, secondo il desiderio degli occupanti. La modalità di guida preferita è selezionabile attraverso il sistema ANIMA; nello specifico, la modalità STRADA viene calibrata appositamente dal sistema LDVI per favorire il massimo comfort nella guida su strada. Nella modalità SPORT, la Huracán EVO Spyder diventa scattante, divertente e sportiva, mentre in modalità CORSA mette in mostra le caratteristiche ereditate dalla Performante, ovvero la sua predisposizione per la guida in circuito e negli ambienti più estremi.

La superiorità aerodinamica della Huracán EVO si ritrova nella Spyder. Sia con la capote alzata che abbassata (dotata di un tempo di apertura/chiusura di soli 17 secondi), le prestazioni aerodinamiche della EVO Spyder garantiscono il massimo livello di dinamicità senza compromettere il comfort degli occupanti: il flusso d'aria nell'abitacolo è infatti ridotto al minimo e gli occupanti possono sempre godere di un ambiente confortevole e silenzioso.

Come nella EVO coupé, il nuovo paraurti anteriore conferisce all'auto un aspetto ribassato e deciso, assicurando una migliore efficienza aerodinamica tramite lo splitter anteriore e le prese d'aria maggiorate. Sul retro, la Huracán EVO Spyder adotta il nuovo design posteriore che si ispira alle moto naked da corsa e riprende le forme delle Lamborghini Huracán da corsa, con i due terminali del nuovo scarico sportivo posizionati in alto nel paraurti posteriore. All’estremità superiore della parte posteriore, uno spoiler a fessura integrato ottimizza il flusso dell'aria esaltando chiaramente tutte le capacità aerodinamiche della vettura. Anche il sottoscocca è stato progettato per massimizzare l’efficienza aerodinamica.

Il profilo laterale della Huracán EVO Spyder si distingue nettamente da quello della versione Coupé, ma offre le stesse qualità dinamiche sia con la capote alzata che abbassata. In posizione chiusa la capote leggera si integra perfettamente nella silhouette dell'auto, mentre aperta scompare in uno spazio concepito per garantire la massima efficienza, enfatizzando le linee sportive e vigorose di questo modello. Le roll bar sono a scomparsa con fuoriuscita automatica.

La Huracán EVO Spyder viene presentata in Verde Selvans e le opzioni per gli interni includono i nuovi rivestimenti EVO in pelle e Alcantara, con cuciture e dettagli che richiamano la tonalità dominante della carrozzeria. Alle numerose combinazioni offerte dagli Style Pack, si aggiungono materiali leggeri come il Forged Composites in fibra di carbonio e il Carbon Skin brevettato da Lamborghini. Il programma completo Lamborghini Ad Personam offre possibilità praticamente infinite di personalizzazione della nuova auto.  La EVO Spyder sfoggia i nuovi cerchi Aesir da 20” abbinati a pneumatici Pirelli P Zero.

La connettività è a portata di mano grazie al nuovo touchscreen HMI da 8,4”: posizionato nella console centrale, proprio sopra il pulsante di avviamento, può essere azionato da comandi gestuali a più dita. Il sistema multimediale include funzionalità di navigazione e intrattenimento connesse, tra cui web radio e lettore video, con un'interfaccia intuitiva che consente comandi vocali.

Scopri Huracán EVO Spyder >